Choose eco-sustainability, every day

Lo sviluppo sostenibile del Marocco

22 Maggio 2017
politiche-ecosostenibili

Le buone politiche per la sostenibilità ambientale

Già da anni il Marocco ha avviato una politica di sviluppo sostenibile che si inserisce nel quadro di una strategia ambientale a lungo termine caratterizzata dalla protezione delle risorse e degli ecosistemi naturali, il controllo permanente dello Stato sull’ambiente a livello regionale e la pianificazione operazionale orientata verso il miglioramento dell’ambiente di vita dei cittadini.

Il Paese si è affermato come una delle nazioni leader in Africa per la salvaguardia dell'ambiente e le politiche eco-friendly con progetti di alto profilo che attirano anche ingenti capitali stranieri da Europa, Usa e Cina. Due tra tutti: il più vasto parco eolico del continente e un mega impianto solare termodinamico in costruzione in pieno deserto del Sahara, per il quale sono stati investiti 2,6 miliardi di dollari.

Un altro ambizioso progetto del Ministero degli affari islamici di Rabat in partnership con il governo tedesco prevede di rendere green seicento moschee in Marocco entro il 2019. Si comincia dalle grandi città come Rabat, Fez, Marrakech, Casablanca con i primi cento edifici di culto islamici, ma presto l'onda verde raggiungerà anche i piccoli villaggi del paese.

L'idea è semplice: installare impianti di produzione di energia pulita e acqua calda, sostituire i sistemi di illuminazione con lampade a basso consumo e a lunga durata. Interventi che ridurranno la bolletta dell'energia elettrica del 40%. Le moschee sono luoghi di aggregazione sociale e di formazione, pertanto possono diventare esempi di architettura ecosostenibile da imitare anche per nuove costruzioni.

Altro obiettivo del governo è quello di riuscire ad alimentare tutti gli edifici statali con energia proveniente dalle rinnovabili entro il 2030. Non mancano anche gli investimenti per favorire il turismo sostenibile. Sono piccoli passi ma “intanto lo stiamo facendo” come ha dichiarato Said Mouline, il Direttore Generale dell’Agenzia nazionale per lo sviluppo delle energie rinnovabili e l’efficienza energetica del Marocco.